Advertisement
Pubblico impiego

Un albo con 161 dirigenti

Il Comune di Bolzano aggiorna l’elenco degli aspiranti responsabili degli uffici: entrano Katia Milanello, funzionaria a Laives, e Andrea Sega. I dipendenti sono 1.031.
Advertisement

Katia Milanello, in servizio al Comune di Laives presso le attività per il cittadino, e Andrea Sega sono i nuovi ingressi nell’albo degli aspiranti dirigenti del Comune di Bolzano. L’aggiornamento è stato approvato con delibera dalla giunta Caramaschi. L’elenco si estende a 161 nominativi e comprende sia i responsabili in servizio che i loro potenziali sostituti. Curiosità, ne fanno parte l’ex sindaco Luigi Spagnolli, ora direttore dell’ufficio provinciale caccia e pesca, e l’assessora all’ambiente in carica Marialaura Lorenzini, architetto, iscritta all’albo anche a Bressanone.

 

Nuovi ingressi

 

La giunta precisa che “sono iscritti all’albo, a seguito di presentazione di apposita domanda, i dipendenti del Comune di Bolzano o di altra pubblica amministrazione titolari di qualifica dirigenziale ad esaurimento o titolari di abilitazione all’esercizio delle funzioni dirigenziali”. Nel dispositivo si prende atto “delle domande di iscrizione pervenute da parte della dottoressa Katia Milanello e dell’architetto Andrea Sega”. Accertato che i due funzionari sono in possesso dei requisiti necessari per l’iscrizione all’albo unico degli aspiranti all’incarico dirigenziale del Comune di Bolzano, viene disposto il loro ingresso nell’elenco.

La dottoressa Katia Milanello e l’architetto Andrea Sega sono in possesso dei requisiti necessari per l’iscrizione all’albo (La giunta Caramaschi)

 

municipio_ott.2006.jpg
Il palazzo dell’Antico municipio di Bolzano. La giunta comunale ha disposto due nuovi ingressi nell’albo dei dirigenti. Foto: Comune Bz

 

I dati 2018

 

 

Riguardo agli ultimi dati sul personale, pubblicati nel 2018 e riferiti a dicembre 2017, il municipio capoluogo conta su 1.031 i dipendenti in servizio (54% donne, 46% uomini) di cui 974 (94,47% ) con contratto a tempo indeterminato. La percentuale dei dirigenti donna (52,63%) è superiore a quella degli uomini (47,37%). Tra chi lavora a tempo parziale (il 22,80 % del totale), nota l’amministrazione, il 94% è donna.

La maggior parte del personale è inquadrata nella IV qualifica funzionale (206 dipendenti). Il diploma di maturità è il titolo di studio più diffuso (423 dipendenti), mentre i laureati sono 184.

Il municipio capoluogo conta su 1.031 i dipendenti in servizio (54% donne, 46% uomini) di cui 974 (94,47% ) con contratto a tempo indeterminato. I dirigenti donna (52,63%) sono di più degli uomini. Lo stipendio medio è 30.057 euro per i maschi e 27.573 euro per le femmine

Per quanto riguarda le classi di età dei dipendenti comunali, quella più rappresentata è compresa tra i 51 ed i 60 anni (463 dipendenti), segue la classe 41-50 anni (418 dipendenti), mentre solo 20 dipendenti hanno meno di 30 anni. L’età media del dipendente comunale di Bolzano è di 50,41 anni.

L’incidenza delle spese per il personale (49,675 milioni di euro) sul totale delle spese correnti (190,655 milioni) è del 26,05% (26,65% nel 2016). Il salario medio lordo per dipendente è di 30.457 euro per gli uomini e 27.573 euro per le donne. Questo dato, precisa il Comune, è legato al tipo di rapporto di lavoro (part time, tempo pieno ecc.) e dalla qualifica funzionale.

Advertisement

Bitte melden Sie sich an, um Kommentare zu verfassen.

Advertisement

Meistkommentiert

Meistgelesen

Wirtschaft
5
Gesellschaft
17
Wirtschaft
3
Gesellschaft
1
Politik
1

Mach mit!

Registrieren oder Anmelden